BRACCIANTI, COLF E BADANTI: DAL 1° GIUGNO LE DOMANDE PER LA REGOLARIZZAZIONE DEI RAPPORTI DI LAVORO

Print Friendly, PDF & Email

Dal primo di Giugno e fino alle ore 22 del 15 agosto 2020 sarà possibile presentare le domande di emersione di regolarizzazione dei rapporti di lavoro con cittadini stranieri privi di permesso di soggiorno.

Il Patronato INCA CGIL di Chieti fa il punto sulla sanatoria in questo articolo e nell’intervista della emittente Rete 8 al Direttore Giuseppe Visco.

I settori interessati sono i seguenti: agricoltura, allevamento e zootecnia, pesca e acquacoltura; assistenza alla persona; lavoro domestico.

Oltre ai cittadini extracomunitari sono interessati alla regolarizzazione anche i cittadini italiani e comunitari. Per questi ultimi i datori di lavoro devono presentare l’istanza attraverso il canale telematico dedicato sul sito dell’INPS. Per quanto riguarda i cittadini extracomunitari bisogna distinguere tra coloro che erano presenti sul territorio italiano prima dell’8 marzo 2020 senza permesso di soggiorno e coloro che erano titolari di un permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre, non rinnovato o convertito in altro titolo di soggiorno.

I primi devono essere stati sottoposti a rilievi fotodattilografici prima dell’8 marzo 2020 ovvero aver soggiornato in Italia precedentemente all’8 marzo in forza della dichiarazione di presenza resa ai sensi della legge n.68/2007 o essere in possesso di attestazioni costituite da documentazioni di data certa provenienti da organismi pubblici e ovviamente non devono aver lasciato il suolo Italiano dall’8 marzo. L’istanza va presentata dal datore di lavoro con modalità informatiche sull’applicativo https://nullaostalavoro.dlci.interno.it anche attraverso l’assistenza gratuita del Patronato Inca Cgil (clicca qui per prenotazioni).

L’emersione prevede una marca da bollo da 16 euro, un contributo forfettario di 500 euro per pratica che il datore di lavoro deve versare tramite F24 (clicca qui per i codici di pagamento) prima della presentazione dell’istanza e un ulteriore contributo forfettario a titolo contributivo, retributivo e fiscale che sarà determinato in futuro e che ovviamente dovrà essere effettuato successivamente alla presentazione dell’istanza ma prima della stipula del contratto di soggiorno.

I datori di lavoro devono soddisfare determinati requisiti di reddito:

  • per l’emersione di un rapporto di lavoro per i settori agricoltura e connessi è richiesto un reddito imponibile o fatturato non inferiore a 30.000 euro nmel 2019;
  • per l’emersione di un rapporto di lavoro in ambito domestico o assisenza alla persona è richiesto un reddito imponibile di 20.000 euro nel 2019 in caso di nucleo familiare composto da un solo soggetto percettore di reddito. Il limite si alza a 27.000 euro nel caso in famiglia convivano più persone o esistsno coniuge e parenti fino al secondo grado anche non conviventi che possano dimostrare un reddito. Nel conteggio del reddito sono inclusi anche i redditi esenti (invalidità/accompagnamento)

Per i cittadini extracomunitari con permesso di soggiorno scaduto dal 31 ottobre è invece prevista una procedura diversa che deve essere attivata da loro stessi.

Va infatti presentata un’istanza di rinnovo di permesso di soggiorno tramite il Kit di Poste Italiane o tramite l’assistenza del Patronato Inca attraverso il sito www.portaleimmigrazione.it (clicca qui per prenotazioni) al fine di ottenere un permesso della durata di sei mesi, convertibile in permesso di lavoro in caso di assunzione. Il lavoratore straniero dovrà dimostrare di aver svolto attività nei settori interessati dalla norma in un periodo antecedente al 31 ottobre 2019.

Anche in questo caso ci sono dei costi da sostenere, che però sono totalmente a carico del lavoratore: 30 euro per l’inoltro della domanda, 16 euro di marca da bollo e 130 euro di contributo forfettario.

Per ulteriori informazioni o per l’assistenza nell’inoltro delle istanze di regolarizzazione è possibile rivolgersi al Patronato Inca (clicca qui) o compilare il modulo di contatto on line (clicca qui)

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzodei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi