Sentenze Amianto lavoratori ex Denso

Print Friendly

Anche a Vasto 7 sentenze favorevoli di ex lavoratori Denso , nonostante Il ginepraio legislativo sulla decadenza dai benefici Amianto: la tutela dei diritti dei lavoratori presuppone coraggio e competenza.
L’Inca Cgil di Vasto ha accolto con favore la notizia che gli ultimi ricorsi intentati per il riconoscimenti pensionistici dovuti per esposizione ultra decennale all’amianto hanno avuto relative sentenze di accoglimento dal parte del Giudice del Lavoro Dr. Italo Radoccia .
L’avv. Fabio Giangiacomo che ha curato il contenzioso rimarca che negli ultimi anni l’evolversi della legislazione in materia ha trasformato l’esercizio di quel diritto in una vera e propria corsa ad ostacoli con termini e formalità contraddittorie che hanno messo in difficoltà gli operatori e scoraggiato i lavoratori nell’intraprendere la tutela della delle proprie ragioni.
In particolare, un plauso va espresso ai lavoratori che hanno proposto il ricorso nonostante un orientamento contrario della Corte d’ Appello de L’Aquila che considera già decadute procedure iniziate dopo il 2008 o dopo tre anni dal pensionamento , con conseguente rischio del pagamento delle spese legali L’esito positivo invece vedrà premiato il loro coraggio con un aumento della pensione sino al massimo del loro tetto contributivo..
La giustezza delle procedure amministrative intraprese è stata prima avallata dalla Cassazione e, di recente dalla Corte di Appello, che applicando il giusto termine di decadenza , ha cambiato orientamento.
La CGIL sul tema Amianto nell’ex Magneti Marelli ha dapprima sul piano sindacale con le altre sigle sindacali allargato l’originaria platea degli aventi diritto , sulla base dello studio mirato di stabilimenti esteri con analoghe caratteristiche, poi ha difeso i lavoratori ingiustamente esclusi vincendo anche pretesi ostacoli procedurali.
La tutela dei diritti dei lavoratori presuppone coraggio e competenza.