COMUNICATO FIOM CGIL ABRUZZO

Print Friendly, PDF & Email

La FIOM colpita da un lancinante dolore per la drammatica morte del Compagno Marco Di Rocco, esprime l’assoluto disappunto per le congetture riportate da alcuni mezzi d’informazione e da alcuni social network.

Il Compagno Di Rocco è stato uno straordinario dirigente sindacale, la FIOM lo ha sostenuto convintamente in tutte le fasi della sua vita professionale e non solo.
Mai ha ritenuto utile licenziarlo.

La nostra Organizzazione Sindacale non ha mai trascurato le difficoltà personali delle Compagne e dei Compagni, cercando, se era possibile, in tutti i modi di assecondarne le richieste.

Affermare, da parte di quanti non conoscono la reale situazione che la FIOM ha licenziato Di Rocco è falso e danneggia l’organizzazione in cui Marco ha creduto e
militato con passione.

La FIOM a tutela della propria immagine e a tutela dell’immagine del dirigente sindacale Marco Di Rocco diffida quanti, non conoscendo la situazione, esprimono concetti fantasiosi in merito al tragico gesto compiuto dal Compagno.

Alla famiglia Di Rocco esprimiamo la più assoluta vicinanza.

Pescara, 31 luglio 2016
FIOM-CGIL Regionale Abruzzo
FIOM-CGIL della Provincia di Chieti
FIOM Nazionale
CGIL Abruzzo
CGIL CHIETI

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzodei loro servizi. Nella nostra privacy Cookie area hai la possibilità di revocare il tuo consenso ai cookies di navigazione in ogni momento. Inoltre, sempre nella privacy cookie area sono illustrati i vari tipi di cookies in dettaglio, oltre alla nostra privacy policy per la sicurezza dei tuoi dati personali ed i tuoi diritti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi